Nandi Assicurazioni | Quali sono i rischi aziendali?

Soluzioni assicurative:

tipologie di rischio azienda Nandi assicurazioni blog

Quali sono i rischi per un'azienda?

Come tutelare e salvaguardare l'attività imprenditoriale nel tempo

Cos'hanno in comune uno dei crolli più rapidi nella storia di Wall Street e l'esplosione di una piattaforma petrolifera?
In entrambi i casi, un errore fu la causa di conseguenze a livello internazionale.

Era il maggio 2010 quando un operatore della Borsa di New York inserì un ordine sbagliato nel sistema, digitando la b di billions invece della m di millions. Un banale errore umano. Risultato: listino crollato sotto la soglia dei diecimila punti, sistema in tilt e, soprattutto, quindici minuti buoni di panico sui mercati di tutto il mondo.

Sempre nel 2010 la piattaforma Deepwater Horizon esplose a 50 miglia dalle coste della Louisiana , causando la morte di 11 persone e la dispersione in mare di oltre 200 milioni di galloni di petrolio. Le conseguenze furono incalcolabili in termini ambientali, economici e per la salute umana. Tra le cause, un errore tecnologico: i dispositivi che avrebbero dovuto bloccare il flusso di petrolio e gas nel caso di fuoriuscita non funzionarono.

Ovviamente sono due esempi eclatanti, ma pensiamo anche semplicemente alla sottovalutazione del rischio da parte di un operaio che dimentica di indossare le scarpe antinfortunistiche o il caschetto protettivo. Le conseguenze per il lavoratore e l'impresa possono essere molto gravi e permanenti.

Vantaggi di una strategia di Risk management

Il rischio d'impresa, opportunamente gestito, può anche diventare un'opportunità. Controllare le potenziali minacce, infatti, apre la strada ad occasioni di crescita e miglioramento.

Perché un'azienda deve sviluppare una strategia di Risk management?

  • Protezione del valore aziendale e relativo incremento
  • Vantaggio competitivo rispetto ai competitors
  • Supporto al raggiungimento degli obiettivi di business
  • Ottimizzazione di tutti i processi aziendali operativi
  • Tutela dell'immagine aziendale, delle figure chiave e delle competenze aziendali

Come procedere?

Ovvero, quali sono i principali step del processo di Risk management?

Quando parliamo di Risk management non parliamo di un'azione unica, ma di un insieme di attività.

In generale possiamo individuare le seguenti fasi:

  • Definizione del contesto
  • Identificazione dei rischi, dove si analizza la causa e il problema stesso
  • Analisi del rischio, ovvero quali sono le probabilità che un problema accada? Quale sarà l'impatto per l'azienda?
  • Valutazione dei rischi
  • Applicare una propria strategia che potrà essere di riduzione, di accettazione o trasferimento dei rischi individuati, in tutto o in parte, attraverso soluzioni di tipo assicurativo

Le tipologie di rischio

Le tipologie di rischio da tener presente per una realtà imprenditoriale sono molteplici. In generale possiamo distinguere:

Rischi operativi

I rischi operativi riguardano le problematiche relative a processi, alle risorse umane, ai sistemi interni e a fattori esterni. Nel dettaglio:

  • Gli errori umani riguardano ad esempio le perdite derivanti da comportamenti del personale quali errori, frodi o il mancato rispetto di regole e procedure interne
  • Errori di processo come malfunzionamenti di procedure interne o lacune nei controlli
  • Errori dovuti a fattori esogeni come minacce ambientali, attività criminali o eventi politici o militari e, ad esempio, modifiche di legge
  • Errori di tecnologia relativi ad esempio agli impianti
  • Rientrano nei rischi operativi anche i rischi di mancata conformità alle norme (compliance risk), ovvero il rischio di incorrere in sanzioni o perdite patrimoniali a causa della di violazioni di leggi, regolamenti o provvedimenti

Rischi finanziari

I rischi finanziari sono principalmente correlati alla disponibilità finanziaria presente e futura dell'azienda. Pensiamo al rischio legato alla possibile risalita dei tassi d'interesse di mercato ma anche molto semplicemente alla possibilità che una controparte non rispetti gli obblighi di pagamento. Un rischio comune a tutte le aziende, indipendentemente dalle dimensioni, è il cosiddetto rischio di liquidità, dato dal non riuscire a rispettare le scadenze di pagamento.

Rischi strategici

Questa tipologia è legata alle scelte strategiche dell'azienda, che possono riguardare il pricing, i modelli di business, l'allocazione del capitale e la capacità produttiva. I rischi strategici comprendono anche la gestione dell'immagine con conseguente tutela della reputazione in caso per esempio di crisi aziendale.

Tutelare la tua azienda dai rischi: un piccolo impegno fisso per evitare perdite future anche considerevoli.

Per scoprire la soluzione su misura per te: contattaci!

Continua a leggere!

Scopri tutti i vantaggi delle soluzioni assicurative.

TORNA AL BLOG